Antincendio

Essere titolare di un’azienda oggi, significa anche e soprattutto occuparsi di un settore molto importante per se stessi e per il benessere dei propri dipendenti; si tratta della Sicurezza e fra le diverse normative ad essa inerenti, vogliamo parlarvi dell’antincendio.
Ecco le principali tipologie:
1.     Impianto antincendio a pioggia, detti anche Sprinkler;
2.     Impianto antincendio idrante;
3.     Impianto per impianti la rilevazione dei fumi;
4.     Impianto di spegnimento con l’emissione di CO2, di schiuma, polvere e gas ecologici;
5.     Impianti a diluvio d’acqua.
 6.   Manutenzione di impianti e di dispositivi antincendio.
E' anche possibile riammodernare o ristrutturare un vecchio impianto, ma sempre tenendo conto delle normative in materia di sicurezza sul lavoro.

RICHIEDI IL TUO PREVENTIVO

Le regole dell’antincendio

Le normative in materia di sicurezza aziendale subiscono notevoli cambiamenti, anche dovuti ad una maggiore presa di coscienza delle persone, in particolare delle aziende che sempre più spesso si focalizzano sul benessere dei propri dipendenti e dell’ambiente circostante. Ciò porta a continui adeguamenti degli impianti di antincendio e della loro manutenzione.
Anche se appare scontato, il compito di un impianto antincendio è quello di rilevare un incendio e di mettere in atto sistemi di spegnimento. Pertanto l’impianto dovrà essere accuratamente progettato e installato da un tecnico specializzato in materia, che ne curerà anche la manutenzione. Perché se è vero che l’antincendio è uno dei punti più scottanti in ambito della sicurezza è pur vero che la sua buona funzionalità nel tempo, dipende molto dalla manutenzione che viene fatta.
Quindi, mai trascurare di fare i controlli periodici al vostro impianto antincendio!